LA VERDE ISOLA DEL SAPERE | CERCOLA

Scuola Primaria Bilingue

Iscrizioni aperte per l'A.S. 2020/2021

Consapevolezza Multiculturale

La Scuola Primaria Bilingue, nata nell’Anno Scolastico 1998 – 1999, rappresenta lo spirito internazionale e multiculturale della Verde Isola del Sapere. Il percorso offre una formazione caratterizzata da un sostanzioso uso della lingua Inglese, in un ambiente educativo di qualità che offre agli alunni i migliori strumenti intellettuali, emotivi e linguistici.

sezione primavera - verde isola

"Promuoviamo Il Rispetto delle differenze"

La Scuola Primaria Bilingue offre l’opportunità di una educazione caratterizzata da numerose ore in lingua inglese e di un contesto linguistico che vanta la presenza di insegnanti di madrelingua Inglese. L’apprendimento della lingua straniera parte dal presupposto che quanto prima si inizia l’esposizione alla seconda lingua, tanto meglio questa viene appresa. Ci ispiriamo al principio di John Dewey, secondo il quale “We Learn What We Live” (impariamo quello che viviamo).
Il processo di apprendimento linguistico parte dall’esperienza diretta del bambino in un contesto di giochi, colori, immagini, azioni, parole in lingua inglese, vicini al bambino e a ciò che egli ama. Il bambino piccolo, diversamente dall’adolescente e dall’adulto è più ricettivo e in grado di acquisire una fonetica corretta nella seconda lingua. Il vocabolario all’inizio è volutamente limitato. L’insegnante parla lentamente riproponendo frasi legate alla quotidianità e con lo scopo di fornire istruzioni comprensibili. L’errore linguistico rientra nell’importante processo di apprendimento: è un normale passaggio, non un fallimento. 

Dettagli dell'Offerta Primavera

La scuola ha individuato, come fondamentali, i seguenti obiettivi formativi:

Valorizzare l’esperienza del fanciullo:

Apprezzare il patrimonio conoscitivo, valoriale e comportamentale ereditato;
Dedicare particolare attenzione alla considerazione, esplorazione e discussione.

La corporeità come valore:

Valorizzare l’espressione corporea;
Valorizzare tutte le dimensioni della persona: la razionale, l’estetica, la sociale, l’operativa, l’affettiva, la morale e la spirituale religiosa.

Esplicitare le idee e i valori presenti nell’esperienza:

Mirare a far esplicitare l’implicito;
Assumere i valori che contengono in armonia con la Costituzione della Repubblica Italiana.

Dal mondo delle categorie empiriche al mondo delle categorie formali:

Favorire l’acquisizione da parte dell’alunno sia della lingua italiana, sia di una lingua comunitaria (l’inglese);
Consentire l’acquisizione delle varie modalità espressive di natura artistico- musicale, dell’approccio scientifico e tecnico, delle coordinate storiche, geografiche ed organizzative della vita umana.

Dalle idee alla vita, il confronto interpersonale:

Arricchire la “visione del mondo e della vita” dei fanciulli e integrarla nella loro personalità;
Orientare verso la cura e il miglioramento di sé.

La diversità delle persone e delle culture come ricchezza:

Aver consapevolezza delle varie forme di diversità allo scopo di prevenire e contrastare la formazione di pregiudizi nei confronti di persone e culture;
Trasformare l’integrazione dei compagni in situazione di handicap in una risorsa educativa e didattica per tutti.

Praticare l’impegno personale e la solidarietà sociale:

Favorire l’inserimento attivo dell’alunno nel mondo delle relazioni interpersonali, sulla base dell’accettazione e del rispetto dell’altro, del dialogo, della partecipazione al bene comune;
Promuovere comportamenti sociali di solidarietà e cooperazione.

In conclusione, la Scuola Primaria tende a promuovere l’educazione integrale della personalità dei fanciulli, stimolandoli all’autoregolazione degli apprendimenti, ad un’elevata percezione di autoefficacia, all’autorinforzo cognitivo e di personalità, alla massima attivazione delle risorse di cui sono dotati, attraverso l’esercizio dell’autonomia personale, della responsabilità intellettuale, morale e sociale, della creatività e del gusto estetico.

Il percorso educativo della scuola primaria, nella prospettiva della maturazione del profilo educativo,  culturale e professionale dello studente, atteso per la conclusione del primo ciclo dell’istruzione, utilizza  gli obiettivi specifici d’apprendimento esplicitati nel documento delle Indicazioni Nazionali, ordinati per discipline e per educazioni. Per raggiungere le sue finalità, la scuola deve trovare metodologie di lavoro adeguate facendo soprattutto leva sull’interesse e sulla partecipazione attiva dei bambini. Pertanto l’approccio di base per un apprendimento formativo prevede alcuni  aspetti rilevanti:

Partire dall’esperienza e dagli interessi dell’alunno inteso come soggetto attivo;
Accertarne le abilità di partenza;
Conoscere e  valorizzare le  attitudini individuali  nel rispetto degli stili  cognitivi e del patrimonio culturale individuale;
Realizzare un clima sociale positivo.

I docenti, assegnati in base all’organico di istituto, costituiscono le équipe pedagogiche, sono contitolari e corresponsabili del processo formativo di tutti gli alunni delle classi.
Nella scuola Primaria le attività di arricchimento dell’offerta formativa trovano la loro applicazione e sviluppo sia nelle ore curricolari, sia nelle tre ore opzionali settimanali, previste dalla Normativa. Alla luce di questo, ogni modulo ha facoltà, pur nel  rispetto degli indirizzi comuni concordati e deliberati negli organismi ufficiali, di proporre ai propri alunni Attività laboratoriali diversificate espressione della specificità e delle competenze degli insegnanti di ciascun modulo.

Variegata pertanto è l’offerta dei laboratori, che  spaziano da attività di approfondimento disciplinare ad altre espressivo- linguistiche o teatrali-musicali, motorie e sportive.

L’acquisizione dei saperi richiede un uso flessibile degli spazi, a partire dalla stessa aula scolastica, ma anche la disponibilità di luoghi attrezzati che facilitino approcci operativi alla conoscenza per le scienze, la tecnologia, le lingue comunitarie, la produzione musicale, il teatro, le attività pittoriche, la motricità.”  «Particolare importanza assume la biblioteca scolastica, anche in unaυ prospettiva multimediale, da intendersi come luogo privilegiato per la lettura e la scoperta di una pluralità di libri e di testi, che sostiene lo studio autonomo e l’apprendimento continuo; un luogo pubblico, fra scuola e territorio, che favorisce la partecipazione delle famiglie, agevola i percorsi di integrazione, crea ponti tra lingue, linguaggi, religioni e culture.

Il dialogo e la collaborazione con i genitori sono considerati preziose risorse per la costruzione, realizzazione, valutazione del progetto formativo, che è centrato sui bisogni degli alunni.

Fatte salve particolari situazioni che vengono di volta in volta affrontate dai singoli docenti, dai Consigli di Intersezione, di Interclasse, di Classe o dal Dirigente, l’Istituto offre alle famiglie un ventaglio di diverse opportunità di colloquio e di incontro con il Dirigente (preferibilmente su Appuntamento), i nostri Docenti (due incontri annuali, nei mesi di febbraio e giugno, al termine di ogni quadrimestre, per la consegna dei Documenti di valutazione – due nei mesi di novembre e marzo per colloqui individuali – appuntamenti possibili su richiesta dei genitori e durante le assemblee di classe), e gli Organi Collegiali (Consiglio di Istituto, Consigli di Intersezione, Interclasse e Classe con la presenza dei rappresentanti dei genitori).

IL FUTURO INIZIA QUI.

Richiedi maggiori informazioni sui percorsi formativi di Primavera, Infanzia e Primaria.